lunedì 25 marzo 2013

Psycho-Pass - Orrore Dalla Psiche Umana

Psycho-Pass, anime nato dalla mente di Gen Urobuchi sceneggiatore anche di Puella Magi Madoka Magica e Fate/Zero.


Vi siete mai chiesti se in un futuro la scienza e la tecnologia possano diventare così avanzate da poter sondare, analizzare, comprendere e quantificare la personalità umana in ogni suo aspetto? Vi spaventa l'idea che un  macchinario possa comprendervi e indicarvi la vostra vita e le vostre scelte?

giovedì 7 marzo 2013

Vuoto Video-ludico



"Dove il Tempo
non è che una curva,
un filo sciolto
del Tessuto Universale,
un Tessitore potrebbe creare
un fatale Nodo,
e gettare nel caos
le sorti dei Pianeti."

lunedì 1 ottobre 2012

Hells - Animazione da Spasmo Visivo

Hells animazione sperimentale del 2008 da parte di Madhouse, studio nipponico conosciuto per la qualità dei propri lavori. In quest'opera della durata di due ore si viene trascinati in un intenso viaggio nell'oltretomba alla ricerca di se stessi e delle emozioni che governano l'essere umano.

mercoledì 15 febbraio 2012

Bilocale Cranico

Mai sentito parlare di callosotomia? E' un'operazione chirugica, estrema, che consiste nel sezionamento del corpo calloso ovvero quel spesso fascio neuronale che collega trasversalmente i due emisferi cerebrali che tutti possediamo. Questa operazione non è un atto di cruento sadismo, risulta (per ora) il male minore in casi cronici di epilessia che possono essere davvero debilitanti se non mortali.



Oltre la "funzionalità" dell'intervento è piuttosto interessante il comportamento dei pazienti che lo hanno subito e d'ora in poi avranno il cervello diviso (split-brain). Nella quotidianità queste persone non hanno particolari difficoltà, sono totalmente indistinguibili da persone non operate.
Se però vengono sottoposti a particolari e mirati test si hanno sorprendenti rivelazioni.

sabato 28 gennaio 2012

Parola ... Esclusiva?

La capacità di articolare suoni in parole per l'essere umano è naturale; naturale a tal punto da acquisire un'importanza centrale nella definizione della nostra specie. Il linguaggio per molti è l'abisso che separa Homo Sapiens dal resto del mondo animale, in quanto unico a permettere il pensiero.


Siamo proprio sicuri che questa capacità sia proprio così esclusiva in ogni sua parte?

venerdì 23 dicembre 2011

Libero svarione

"La libertà  ha principio nel nostro egoismo, attraversa la coscienza dell'altro e termina dove inizia l'egoismo del prossimo."

Generalmente è il concetto di libertà a cui si fa più appello, probabilmente senza alcun pensiero maligno.

"La libertà è fare ciò che mi pare" una frase abusata che con la libertà ha poco da spartire dato che alla fin fine qualche tipo di vincolo è presente. Si pensi alla società (brutta parola ma non trovo un sinonimo adatto) che sena volere crea stereoitipi e pregiudizi, si pensi all'emotività che si può essere controllata, ma fino a certi limiti, si pensi all'educazione, etc.
A ogni livello è possibile trovare qualche cosa che sfugge al nostro controllo, il menefreghismo, l'ignoranza non è libertà, ma è mancanza di coscienza propria e di ciò che ci circonda.

Si potrebbe pensare che la libertà sul piano reale non esiste, ma sul piano ideale (pensieri, idee, progetti, programmi) è fondamentale. Personalmente nemmeno nella sfera mentale è possibile avere libertà, semmai vari livelli di inibizione e costrizione mentale.
La nostra percezione, il nostro pensiero e le nostre idee sono guidate da basi biologiche e culturali a cui difficilmente ci si può sottrarre.

Allora si può essere davvero liberi?
No, se il concetto di libertà rimane il semplicistico "fare ciò che voglio"
Si, se viene considerato come "adattamento situazionale rispettando la propria mentalità" che non è acconsentire passivamente agli avvenimenti della vita, ma mediare e confontare continuamente le propre azioni, scelte, pensieri con gli altri e se stessi (tutto ciò una volta che si ha la facoltà di farlo e augurando di disporre di una solida base biologica)

Egoismo porprio deve scontrarsi e confrontarsi con quello altrui, per plasmare la propria individuale libertà rispetto all'ambiente e gli altri.

mercoledì 14 dicembre 2011

Follie Mnestiche

Un brevissimo racconto surrealista (in realtà non ha un genere definito) in cui i pensieri personali sono presentati in un qualche modo semanticamente, ma non cronologicamente relati. Una mente alla deriva in cui la percezione dell'ambiente si mescola con la profonda esperienza emotiva in un una sequenza di irrazionalità in un certo senso guidata.
Il tutto nato dall'ascolto di una canzone (The Ultimate Fling - Poets Of The Fall) divenendo lo stimolante principale di questo breve racconto (o qualsiasi cosa sia).